Chirurgia della roncopatia (russamento cronico patologico)

Le soluzioni chirurgiche più efficaci per alcuni disturbi del sonno sempre più diffusi.

Intervento di roncopatia a Pordenone e Trieste
Il russamento

La roncopatia (dal greco “rhonchòs”, termine onomatopeico che imita il suono del russare) è il termine con cui in medicina ci si riferisce al russamento, ovvero il fastidioso (e a volte assordante, con un’intensità del suono che può arrivare a sfiorare i 70db) rumore che viene emesso durante la respirazione a causa della vibrazione delle pareti del faringe e del palato molle.

Esistono fortunatamente delle tecniche chirurgiche che permettono all’otorinolaringoiatra di risolvere in modo efficace la roncopatia, vera e propria malattia che abbassa la qualità della vita del paziente.

Roncopatia: i rischi per la salute

Lungi dall’essere solamente una fonte di disturbo per chi vive accanto ad un soggetto afflitto da roncopatia, il russamento cronico è una vera e propria patologia che può creare non pochi problemi all’organismo: si presenta, infatti, quando il palato molle e le strutture del faringe presentano un ingrossamento.
Il rumore del russare è un segnale di allarme che indica come vi siano delle condizioni che rendono difficile la respirazione: il restringimento delle vie aeree più portare infatti alle apnee notturne.
L’apnea notturna combinata alla roncopatia prende il nome di Sindrome Ostruttiva Respiratoria del Sonno (OSAS) che causa nel paziente:

  • cattivo riposo
  • difficoltà nel risvegliarsi
  • debolezza e sonnolenza diurna

La conseguente ridotta ossigenazione del sangue puo’ contribuire a determinare o ad aggravare una patologia cardiologica.

Le cause del russamento

Le cause che predispongono all’insorgenza della roncopatia e dell’OSAS sono legati a cause anatomiche che coinvolgono l’ostruzione delle vie nasali (ipertrofia dei turbinati, deviazione del setto nasale, polipi nasali), la conformazione del palato molle oppure l’ipertrofia delle tonsille o della base linguale.
La roncopatia può essere favorita inoltre dal rilassamento dei tessuti legato all’avanzare dell’età, dal sovrappeso, dall’uso di alcol, o l’abuso di farmaci sedativi.
Il disturbo colpisce uomini e donne in percentuali molto simili (il 60% degli uomini contro il 40% delle donne).

Come risolvere la roncopatia?

Innanzitutto, è fondamentale sottoporsi a una visita otorinolaringoiatrica approfondita che permette di indagare le condizioni generali di salute; qualora necessario, verranno suggerite  ulteriori indagini (come la polisonnografia) per valutare correttamente i principali parametri del riposo notturno.
Individuata la causa del disturbo, si valutera’ se vi e’ l’indicazione a proporre una soluzione chirurgica.

Prenota una visita o una consulenza

Compila i campi seguenti, verrai contattato direttamente da un nostro responsabile per confermare la tua prenotazione.